Yogi Bhajan: la Pazienza

Yogi Bhajan - spiega

(Tratto www.espanolaashram.com)

Yogi Bhajan - spiegaPer anni ci è stato insegnato che la pazienza paga, che alla lunga le cose si livellano. Allora perché alcuni studenti mantengono la gioia, il dovere, il continuum, mentre altri non sembrano realizzare abbastanza dei loro desideri?

Ci sono molte ragioni, ma una parola le batte tutte … “Karma”. Il karma di ognuno è il proprio, unico e personale. Si legge nelle Scritture che o si ha o non si ha quel segno sulla fronte; che si è destinati a Dio, o fatalmente si è inadeguati.

Come fate a sapere se siete destinati a ciò? Voi non lo sapete, ed è così che dovrebbe essere. Non lo saprete mai fino a quando non succede. Poi è inequivocabile. Ma, fino ad allora, si verifica una sfida dopo l’altra verso l’impegno. È normale. Si chiama Shakti-Pad.

Quanto dura dipende da Dio, non da voi. Questo è lo svantaggio. Non potete essere il giudice. Accade secondo il tempo di Dio, non il vostro. E Dio ama chi sta al passo. La devozione è ciò che attira l’attenzione di Dio. La vostra costante devozione nel non cedere sarà premiata e sarà la vostra salvezza, vi sarà concessa la liberazione, che ciò avvenga in questa vita o no. Non cedere è meraviglioso.

Sembra tutto chiaro, ma come si fa a non mollare quando non si fa più l’esperienza di un sogno? La pazienza funziona. La pazienza porta alla neutralità, la neutralità porta alla comprensione, la comprensione porta al rilassamento, il rilassamento porta alla guarigione e la guarigione porta all’elevazione. La pazienza consente un viaggio rilassato. La pazienza porta alla felicità. Dopotutto, l’obiettivo della vita è la felicità. Questa è stata la proiezione del nostro maestro e lui ci ha insegnato come averne la maestria vivendo una vita spirituale.

Per non cedere è necessario tornare alle fondamenta. Yoga, meditazione, Gurdwara, Bana, Bani, Seva e Simran. Queste pratiche quotidiane vi danno l’esperienza di voi stessi in voi. Più forte è il vostro impegno nella pratica quotidiana degli insegnamenti, più farete esperienza della raffinatezza della vita. La vostra devozione nei confronti dell’elevazione della vostra anima si traduce in un’esperienza sempre crescente di gioia, neutralità e benessere. Diventate più consapevoli di ciò verso cui siete devoti. La devozione esige pazienza, pazienza nella buona e nella cattiva sorte, attraverso i dubbi e le sfide. Arriva così il momento in cui si lasciano andare le tensioni, le preoccupazioni e l’ansia mentre si impara, a ogni respiro, ad arrendersi alla sottile essenza di Dio e della Sua Volontà.

La pazienza finisce per prevalere. La pazienza è divina. La pazienza richiede una prospettiva neutra. La pazienza rende preziosa la devozione. La pazienza conferisce felicità. Rimanete sintonizzati.

Nell’umiltà del servizio e della gratitudine,

MSS Hari Jiwan Singh Khalsa

Chief of Protocol

Sangat Representative

 

Traduzione e adattamento in italiano a cura di Sujan Singh e Nimrita Kaur

 

Download articolo

Hai trovato interessante questo articolo? Condividilo!

Torna Su