Don’t cry for me children of Sikh Dharma

(Dev Suroop Kaur Khalsa)

Nell’autunno del 1999, durante una meditazione insegnata da Yogi Bhajan a Española, mi chiese di scrivere questa canzone. Chiese in modo specifico che ci fosse anche la frase “Don’t cry for me children of Sikh Dharma” (“Non piangete per me figli del Sikh Dharma”) e che fosse scritta al passato, come se lui se ne fosse già andato.

Chiese che la canzone servisse a celebrare la sua vita, non a piangere la sua morte. La sua intenzione era che fossimo confortati, elevati e gioiosi rispetto alla sua scomparsa e che la sua vita, la sua missione e il nostro futuro fossero celebrati. Quando cantammo la canzone per lui, le sue parole furono: “È perfetta. Non cambiate nulla”.

Ek Ong Kar

Who was this man called Yogi Bhajan,
Who came into our lives from cross the sea?
A father, a teacher, a master,
A servant for all humanity.

He came from the east just to teach us
There is one God who dwells in all.
Happiness begins with commitment,
Fulfilment from answering the call.

He said “Don’t cry for me children of Sikh Dharma.
My love for you will live eternally.
Keep walking with your strength and grace and courage,
Chant the name and set your spirit free,
Chant the name and serve humanity”

In sandals in the snowdrifts of Toronto,
His mission began so humbly.
Touching the hearts of the hopeless
He helped them to regain their dignity .

Through every trial he kept on winning,
To show us that we could do it too.
With kindness, compassion, with laughter,
He said royal courage will see us through.

He said “Don’t cry for me children of Sikh Dharma.
My love for you will live eternally.
Keep smiling with your strength and grace and courage,
Chant the name and set your spirit free,
Chant the name and serve humanity”.

He sculpted every big with precision,
No matter what their status or their state.
Poking, provoking, confronting,
His only purpose to have an aim.

He gave us our home as a temple.
Our marriage as a path to the One.
Our wealth as a way to serve our neighbour,
Our future through our daughters and our sons.

He said “Don’t cry for me children of Sikh Dharma.
My love for you will live eternally.
Keep singing with your strength and grace and courage,
Chant the name and set your spirit free,
Chant the name and serve humanity”.

Don’t cry for me you are Sikh Dharma.
Let your love live eternally.
Keep walking with your grace and strenght and courage,
Chant the name and set your spirit free,
Chant the name and serve humanity.
Nine hundred and sixty million we will be.
Sat Siri Siri Akal
Siri Akal Maha Akal
Maha Akal Sat Nam
Akal Murat Wahe Guru.

Who was this man called Yogi Bhajan,
Who came into our lives from cross the sea?
A father, a teacher, a master,
A servant for all humanity.

He came from the east just to teach us
There is one God who dwells in all.
Happiness begins with commitment,
Fulfilment from answering the call.

He said “Don’t cry for me children of Sikh Dharma.
My love for you will live eternally.
Keep walking with your strength and grace and courage,
Chant the name and set your spirit free,
Chant the name and serve humanity”.

In sandals in the snowdrifts of Toronto,
His mission began so humbly.
Touching the hearts of the hopeless
He helped them to regain their dignity.

Through every trial he kept on winning,
To show us that we could do it too.
With kindness, compassion, with laughter,
He said royal courage will see us through.

He said “Don’t cry for me children of Sikh Dharma.
My love for you will live eternally.
Keep smiling with your strength and grace and courage,
Chant the name and set your spirit free,
Chant the name and serve humanity”.

He sculpted every big with precision,
No matter what their status or their state.
Poking, provoking, confronting,
His only purpose to have an aim.

He gave us our home as a temple.
Our marriage as a path to the One.
Our wealth as a way to serve our neighbour,
Our future through our daughters and our sons.

He said “Don’t cry for me children of Sikh Dharma.
My love for you will live eternally.
Keep singing with your strength and grace and courage,
Chant the name and set your spirit free,
Chant the name and serve humanity”.

“Don’t cry for me you are Sikh Dharma,
Let your love live eternally,
Keep walking with your strenght and grace and courage,
Chant the name and set your spirit free,
Chant the name and serve humanity………

Ek Ong Kar

Chi era questo uomo chiamato Yogi Bhajan
Che venne nelle nostre vite attraverso il mare?
Un padre, un insegnante, un maestro,
un servitore per tutta l’umanità.

Venne da est solo per insegnarci
che c’è un Dio che dimora in tutto.
La felicità inizia con l’impegno,
la realizzazione dal rispondere alla chiamata.

Lui disse “Non piangete per me figli del Sikh Dharma
Il mio amore per voi vivrà eternamente.
Continuate a camminare con la vostra forza e grazia e coraggio,
Cantate il nome e liberate il vostro spirito,
Cantate il nome e servite l’umanità”

Con i sandali tra i cumuli di neve di Toronto,
la sua missione iniziò in maniera così umile,
toccando i cuori di coloro senza speranza,
li aiutò a riguadagnare la loro dignità.

Attraverso ogni prova continuò a vincere
per mostrarci che potevamo farlo anche noi.
Con gentilezza, compassione e con il sorriso
Lui disse che il coraggio reale ci vedrà vincitori.

Lui disse “Non piangete per me figli del Sikh Dharma
il mio amore per voi vivrà eternamente.
Continuate a sorridere con la vostra forza e grazia e coraggio,
Cantate il nome e liberate il vostro spirito,
Cantate il nome e servite l’umanità”.

Lui ha scolpito ogni grande cosa con precisione
A prescindere dalla posizione sociale o dallo stato.
Spingendo, provocando, confrontando,
il suo solo scopo era avere un obiettivo.

Lui fece della nostra casa un tempio,
del nostro matrimonio un sentiero verso l’Uno,
della ricchezza una via per servire il nostro vicino
delle nostre figlie e dei nostri figli il nostro futuro.

Lui disse “Non piangete per me figli del Sikh Dharma,
il mio amore per voi vivrà eternamente,
continuate a cantare con la vostra forza e grazia e coraggio,
Cantate il nome e liberate il vostro spirito,
Cantate il nome e servite l’umanità”.

“Non piangete per me, voi siete il Sikh Dharma,
lasciate che il vostro amore viva eternamente,
continuate a camminare con la vostra grazia e forza e coraggio,
Cantate il nome e liberate il vostro spirito,
Cantate il nome e servite l’umanità.
Noi saremo novecentosessanta milioni.
Sat Siri Siri Akal
Siri Akal Maha Akal
Maha Akal Sat Nam
Akal Murat Wahe Guru

Chi era questo uomo chiamato Yogi Bhajan,
che venne nelle nostre vite attraversando il mare?
Un padre, un insegnante, un maestro,
un servitore per tutta l’umanità.

Venne da est solo per insegnarci
Che c’è un Dio che dimora in tutto.
La felicità inizia con l’impegno,
la realizzazione nel rispondere alla chiamata.

Lui disse “Non piangete per me figli del Sikh Dharma,
il mio amore per voi vivrà eternamente,
continuate a cantare con la vostra forza e grazia e coraggio,
Cantate il nome e liberate il vostro spirito,
Cantate il nome e servite l’umanità”.

Con i sandali tra i cumuli di neve a Toronto,
la sua missione iniziò in maniera così umile
Toccando i cuori di coloro senza speranza,
li aiutò a riguadagnare la loro dignità.

Attraverso ogni prova lui continuò a vincere
per mostrarci che potevamo farlo anche noi.
Con gentilezza, compassione e con il sorriso
Lui disse che il coraggio reale ci vedrà vincitori.

Lui disse “Non piangete per me figli del Sikh Dharma,
il mio amore per voi vivrà eternamente,
continuate a cantare con la vostra forza e grazia e coraggio,
Cantate il nome e liberate il vostro spirito,
Cantate il nome e servite l’umanità”.

Lui scolpì ogni grande cosa con precisione
a prescindere dalla sua posizione sociale o stato.
Spingendo, provocando, confrontando,
il suo unico scopo fu avere un obiettivo.

Lui fece della nostra casa un tempio,
del nostro matrimonio un sentiero verso Dio.
Della ricchezza un via per servire il nostro vicino
delle nostre figlie e dei nostri figli il nostro futuro.

“Non piangete per me figli del Sikh Dharma,
il mio amore per voi vivrà eternamente,
continuate a cantare con la vostra forza e grazia e coraggio,
Cantate il nome e liberate il vostro spirito
Cantate il nome e servite l’umanità”.

“Non piangete per me voi siete il Sikh Dharma,
lasciate che il vostro amore viva eternamente,
continuate a camminare con la vostra forza e grazia e coraggio,
Cantate il nome e liberate il vostro spirito,
Cantate il nome e servite l’umanità………

(AUDIO)

 

Traduzione e adattamento in italiano a cura di Sujan Singh e Nimrita Kaur

 

Download articolo

Hai trovato interessante questa pagina? Condividila!

Torna Su